Campagna Madonna Pellegrina di Schoenstatt

CAMPAGNA DELLA MADONNA PELLEGRINA DI SCHOENSTATT – CHE COS’È ?

Nella Campagna “tutte le forze fondamentali di Schoenstatt diventano efficaci”, afferma P. Kentenich nel 1968. Non è qualcosa solamente di devozione, né qualcosa solamente strategico o pastorale, bensì un’irruzione di grazie e di vita al servizio della nuova evangelizzazione e trasformazione delle famiglie.
La Campagna della Madonna Pellegrina è nata in un momento storico di Schoenstatt molto specifico: il 31 maggio 1949 e i viaggi internazionali di P. Kentenich.
La Campagna è una risposta ai desideri che hanno mosso P. Kentenich: il desiderio di avere alleati per la missione, ad espandere Schoenstatt, a rendere popolare l’Alleanza d’Amore, a completare ed arricchire Schoenstatt di un gran movimento popolare di pellegrini, e di vivere l’organismo di vincoli con luoghi, con persone, con valori e una missione.
La Campagna è una nuova Visitazione di Maria ai nostri tempi. Maria si mette in cammino con fretta: “Apparve Maria e s’incamminò frettolosa”. Ella s’incammina verso le famiglie per portare tre regali di cui l’uomo moderno ha bisogno: la gioia, la persona di Gesù, un aiuto concreto al servizio dell’uomo, di tutto l’uomo, di tutti gli uomini e in tutte le circostanze.

La Campagna è una missione inserita nella Chiesa, un cammino moderno di pastorale, che ha un fine specifico: l’evangelizzazione delle famiglie.

Si tratta di un apostolato che va verso tutti, promuovendo i valori cristiani. La forza d’irradiazione della Campagna si basa, partendo dal Santuario, la fonte di grazie, su il suo avvicinarsi al popolo per soccorrerlo nelle sue necessità e preoccupazioni. Risponde così a:

La sete di Dio che ha l’uomo
La necessità di sentirsi figlio davanti a Dio
La necessità di esprimere la fede con gesti concreti.
Essendo semplice è alla portata di tutti. Ha come sostegno una spiritualità solida e una pedagogia efficiente, che porta a concretare il gran proclama dell’Evangelizzazione.

Conta su un’organizzazione agile, che conduce coloro che portano l’Immagine e quelli che la ricevono a sentirsi affratellati e a formare vere comunità di base. Lo specifico della Campagna è la visita regolare della Madre Tre Volte Ammirabile di Schoenstatt alle famiglie, alle scuole, agli ospedali, accompagnate dal Rosario, recitato e vissuto, e dalla consacrazione del cuore alla Madonna.

P. Kentenich ha avallato la missione di Giovanni Pozzobon, iniziatore della Campagna, quando ha detto: “Nel lavoro del Signor Pozzobon tutte le forze fondamentali di Schoenstatt diventano efficaci”.

In questo modo si tratta di attualizzare tre scene bibliche: quella della croce, quando S. Giovanni riceve Maria come Madre e la porta a casa sua, quella della Visitazione, anche oggi Maria visita le case, e il Cenacolo, perché uniti nella preghiera con Maria, la Madre di Gesù, i cristiani aspettano le forze dello Spirito per essere apostoli nel mondo.

Ella è la “Gran Missionaria, Ella farà miracoli” (S. Vincenzo Pallotti), trasformando e impegnando i suoi figli con il Vangelo di Cristo.

Corrisponde allo spirito della Campagna coltivare uno stretto contatto e una collaborazione con le parrocchie, poiché il parroco può contare su un mezzo evangelizzatore che avvicina le famiglie, promuove la vita sacramentale e collabora, affinché la parrocchia sia “comunità di comunità e di movimenti”.(Documento di San Domenico, 58).

La Campagna consiste in portare l’immagine di Nostra Signora di Schoenstatt:

Dal Santuario e uniti al Santuario,
a molti uomini, specialmente alle famiglie,
secondo lo spirito di Giovanni Pozzobon e secondo il suo esempio,
affinché mediante il Rosario,
l’Alleanza d’Amore e l’Adorazione Eucaristica,

la Madonna possa agire come la Gran Missionaria,
al servizio del rinnovamento delle famiglie, della Chiesa e della società.

Le differenti modalità – come la Madonna Pellegrina delle carceri, dei ciechi, della serenità, dei neonati a rischio di vita, dei bambini… – sono una risposta creatrice alle necessità concrete.

Le Immagini Ausiliari, sorte da un’iniziativa di Giovanni Pozzobon, sono repliche esatte della Madonna Pellegrina Originale. Loro partano dal Santuario di Santa Maria, Brasile, e creano un vincolo tra la Campagna e la fonte d’origine. Presiedono i pellegrinaggi e gli eventi speciali nelle diocesi.

La storia della Campagna

È cominciata nell’anno 1950, quando una Sorella di Maria consegnava a Giovanni Pozzobon, un membro del Movimento di Schoenstatt in Brasile, un’immagine della Madre Tre Volte Ammirabile di Schoenstatt, domandandogli che la portasse alle famiglie per pregare con loro il Rosario.

Giovanni Pozzobon ha assunto questo compito e lo ha fatto suo per ben 35 anni fino il giorno della sua morte, camminando più di 140.000 chilometri con l’Immagine. L’ha portata a case, scuole, ospedali e carceri, e ha incentivato dappertutto il vincolo con la Madonna e la preghiera del Rosario.

Nel 1979 Giovanni Pozzobon ha visitato Schoenstatt in Germania, il luogo d’origine della devozione della Madre Tre volte Ammirabile. Da lì ha proseguito per Roma, dove Giovanni Paolo II ha benedetto l’Immagine della Madre Pellegrina e con Lei il suo Apostolato.

Questa “Campagna” – come piaceva chiamarla a Pozzobon .- ha avuto un inizio modesto, come tutte le cose di Dio. Gli argentini hanno cominciato a conoscerla e ad impegnarsi con Lei dal 1984. Padre Stefano Uriburu ha avuto un ruolo importante nella diffusione della Campagna e nella riflessione sulla sua importanza, e ne ha fatto la missione della sua vita. Oggi la Campagna è presente in 110 paesi del mondo, avvicinando le grazie del Santuario a vari milioni di persone.

La città di Santa Maria si è convertita così nella culla di un’iniziativa originale.

Dopo la morte di Giovanni Il 27 giugno 1985, La Madonna Pellegrina Originale, quella che lui portava sulle spalle, si trova nella Casa del Movimento, a Santa Maria.

Giovanni ha vissuto nella sua vita il “Sì” di Maria semplice e umile, totalmente dedicato alla sua famiglia, a Schoenstatt e alla missione mariana. Grazie alla sua fedeltà, migliaia di famiglie del mondo intero ricevono oggi l’Immagine della Madonna Pellegrina, si uniscono in preghiera, scoprono meglio a Gesù e godono delle grazie del Santuario di Schoenstatt.

Giovanni Pozzobon ha espresso l’obiettivo della Campagna in tre punti principali:

“Salvare la famiglia mediante la grand’Opera di Schoenstatt..
“L’incontro con la Santissima Vergine”L’incontro con Gesù Cristo, con suo Figlio e con il Dio Trino.
“Essere un riflesso della giustizia cristiana: l’uno per l’altro, per una nuova conquista della dignità e del rispetto della persona umana. con i suoi valori, incontrandoci con i più bisognosi”.

Maria stimola nei suoi figli con la sua visita la partecipazione ai sacramenti, crea una maggior armonia familiare e desta l’impegno ecclesiale e sociale del cristiano, specialmente con i più poveri e bisognosi. Giovanni Pozzobon soleva dire anche che il Rosario era la nostra arma per trasformare il mondo d’oggi.

La vita apostolica del cristiano e specialmente dello schoenstattiano trova un modo di concretezza apostolica mediante la Campagna e incentiva coloro che portano l’Immagine, a dare una testimonianza attiva e fedele nella Chiesa e nella società.

Tutti i mesi si fa la novena della Madonna pellegrina di Schoensttat, dal 09 fino al 17 di ogni mese insieme alla Santa Messa.

Sempre dal 09 al 17 di ogni mese si recita il Santo Rosario alle 17.30.